Costa Azzurra in CAMPER!

10 tappe alla scoperta della bellissima Costa Azzurra

Il tratto di costa che da Mentone arriva a Cannes è uno dei più famosi d’Europa. Spiagge assolate affacciate su uno splendido mare turchese, limpido e cristallino, un’impervia montagna alle spalle della riviera, in cui si annidano pittoreschi villaggi abbarbicati alla roccia scoscesa.

1° TAPPA: MENTONE

Partiremo da Mentone, dove storia e cultura si fondono in questa meravigliosa cittadina, infatti c’è veramente tanto da vedere, da musei a edifici storici, passando per il mercatino delle pulci e passeggiate sulle meravigliose promenade.

Mentone, la perla colorata della Costa Azzurra

 

2° TAPPA: NIZZA

L’itinerario prosegue verso Nizza: questa città che per molti rappresenta il cuore della Costa Azzurra, scelto negli anni passati come meta preferita della nobiltà europea. Meravigliosi la città vecchia, il castello e i vicoli circostanti. Ovviamente possiamo fermarci un paio di giorni per riuscire a visitare tutto ciò che la città offre, dal Palais Lascaris a la Chaelle de la Misericordie, dal Mamac alla Promenade des Anglais.

Hétvége a Francia Riviérán - Nizza – Világutazó

 

3° TAPPA: VALLEE DEL MERVEILLES/VALLE DELLE MERAVIGLIE

Proseguiamo la nostra vacanza in camper, abbandonando la città per dirigerci ora in una bellissima valle: Vallée des Merveilles.

Si chiama Valle delle Meraviglie e solo il nome vale il viaggio. Ed è davvero meravigliosa questa vallata delle Alpi Marittime francesi, al confine tra Italia e Francia (dal 15 giugno si può entrare liberamente), nell’entroterra ligure e della Costa Azzurra. Meravigliosa perché offre tutto quello che ci è mancato nei mesi scorsi: orizzonti infiniti, l’aria frizzante delle alte quote, il verde e i profumi delle faggete, la magnificenza delle vette, la bellezza dei laghetti glaciali che riflettono le nuvole. Inoltre, custodisce un patrimonio archeologico unico: è il più grande museo a cielo aperto di incisioni rupestri dell’età del Bronzo tra i 2.000 e il 2.900 metri di quota.

Escursione ad anello ai laghi di Valmasca dal vallone di Fontanalba – Valle Roya | Cuneotrekking

 

4° TAPPA: SAINT PAUL DE VENCE

Saint Paul de Vence è un piccolo villaggio medievale arroccato su un promontorio alle spalle di Cagne-sur-Mer. Il paese deve la sua fama ai numerosi artisti che hanno soggiornato alla locanda Colombe D’Or, come Picasso, Mirò e Matisse, solo per citarne alcuni, ma anche scrittori del calibro di Prèvert e Kipling. A parte questo, se stiamo facendo una vacanza in camper in Costa Azzurra una sosta qui è d’obbligo per ammirare i grandiosi bastioni e le ville nobili.

Tra le mura trecentesche di Saint Paul de Vence si nascondono più di una sessantina tra botteghe artigiane e gallerie d’arte moderna, contemporanea o “naïf” che si integrano perfettamente nell’architettura medievale di questo gioiello provenzale.
Quando si passeggia tra i vicoli e le vetrine di Saint-Paul de Vence si ha la sensazione di entrare in un museo a cielo aperto, dove gli artisti sono presenti e possono aiutare a coinvolgere il visitatore in questo viaggio decisamente emozionante.

La storia artistica di questo romantico villaggio ebbe inizio nel ‘900 quando pittori di grande fama come Signac, Dufy, Soutine, Matisse, Chagalle e Picasso lo scelsero per realizzare le loro opere e ne fecero un importante centro culturale e artistico. Il periodo artistico più intenso il villaggio lo visse negli anni ’50 e ’60.
Ancora oggi le gallerie d’arte sono il cuore pulsante di Saint Paul de Vence e richiamano appassionati da tutto il mondo. Passeggiando tra i vicoli si possono ammirare quadri, sculture, opere d’arte decisamente fantasiose e impattanti. I colori di queste armonie artistiche sono spettacolari in contrasto con i gli edifici storici e i vicoli medievali. Anche chi non ha l’arte nel sangue non può rimanere immune dal fascino sprigionato da questi contrasti.
Per gli amanti dell’arte, nel 1964 è stata inaugurata la Fondation Maeght, un museo che ospita una collezione di dipinti e di sculture di arte moderna e contemporanea unica in europa. Inoltre se possibile non si deve perdere la cappella decorata da Jean-Michel Folon, aperta nel 2008 e posta nella Cappella dei Penitenti Bianchi (des Pénitents Blancs ) nei pressi di Place de l’Eglise (noi purtroppo l’abbiamo trovata chiusa).

FRANCIA DEL SUD | In valigia con Monica

 

5° TAPPA: ANTIBES

Il percorso ci porta poi verso Antibes, cittadina meravigliosa dove vedere il porto e il mercato coperto. La piccola cittadina di Antibes, in origine colonia fondata dagli antichi greci, conserva oggi un fascino pittoresco: grazie alla sua posizione a picco sul mare, incanta i visitatori con le strette stradine colorate, traboccanti di fiori e ricche di originali botteghe di artigiani e di un mercato chiassoso. A circondare la città, una stupenda baia dal mare cristallino, ideale per un tuffo rinfrescante: infatti, lungo questo tratto di costa è punteggiato dalla meravigliosa Plage de la Salis, con una splendida vista sui bastioni della città vecchia e Cap d’Antibes, fra calette riparate e scogli fotogenici. Da non perdere assolutamente il Museo Picasso, ospitato dallo Chateau Grimaldi con oltre 50 disegni, dipinti e stampe del grande maestro.

Il centro storico di Antibes è uno di quei borghi affascinanti dove rimarrete incantati ad ogni angolo di strada: salendo da Porte Marine, potrete perdervi nel labirinto di strade della Vecchia Antibes. Per apprezzarlo al meglio non dovrete avere fretta: prendetevi il ​​tempo di passeggiare tra i vicoli, osservare i dettagli delle facciate antiche e delle porte colorate, annusare il profumo dei fiori, bere un drink su una terrazza soleggiata e ammirare il blu del Mediterraneo che risalta a contrasto con il candore delle pietre.

Things to do in Antibes, South of France – On the Luce travel blog

 

6° TAPPA: CANNES

Cannes è la città più conosciuta della Costa Azzurra, famosa grazie al Festival Internazionale del Cinema, quando viene presa d’assalto da star, giornalisti, fotografi e curiosi, che intasano le passeggiate, gli alberghi e i locali alla ricerca della notorietà.

Cosa vedere a Cannes in due giorni - La Globetrotter

Antico quartiere Le Suquet

L’antico quartiere medievale di Cannes s’inerpica sulla collina, con le sue ripide stradine in salita. E’ sicuramente la parte più autentica della città e regala ai suoi visitatori scorci davvero suggestivi. Per salire fino in cima al Monte Chevalier, il punto più alto del quartiere, si può scegliere fra un percorso pedonale tutto in salita ma ricco di fascino oppure un comodo trenino che parte dalla Croisette senza fare alcuna fatica.

La Croisette

Inseparabile dall’identità di Cannes, il Boulevard de la Croisette forma una lunga passeggiata fiancheggiata da palme e pini. Un elegante collegamento fra la spiaggia e la città. Se da un lato si trovano le spiagge, dall’altro troverete hotel di lusso e grandi palazzi. Questo lungomare è lungo 3km ed è un’esperienza rilassante da fare a Cannes.

Promenade de la Croisette in Cannes - Weltberühmte Attraktion

Il vecchio porto

Ai piedi del Mont-Chevalier si trovano il Vecchio Porto di Cannes e il Quai Saint-Pierre. Diventati luoghi simbolo della città, un tempo erano villaggi di pescatori. In origine infatti, il Vecchio Porto veniva utilizzato solo per il commercio e il trasporto di passeggeri.

Il vecchio porto di Cannes, cosa vedere a Cannes

 

7° TAPPA: ILES DE LERINS

Per raggiungere le Iles de Lerins dovremo abbandonare il camper e prendere un battello. Le due Isole, Sainte Margherite e Ile Saint Honorat, sono visitabili con la stessa imbarcazione, non c’è bisogno di fare 2 biglietti distinti.

Le isole di Lérins sono un gruppo di quattro isole del Mediterraneo al largo della Costa Azzurra, vicino a Cannes. Le due più grandi isole di questo gruppo sono la Île Sainte-Marguerite e l’Ile Saint-Honorat. Le più piccole Îlot Saint-Ferréol e Îlot de la Tradelière sono disabitate.

Le isole Lerins sono luoghi dalla natura incontaminata, le loro grandi pinete e gli eucalipti più antichi d’Europa che vi si trovano, conservano una ricchezza unica di fauna e di flora.

A faire aux îles de Lérins | 8 activités ludiques sur l'île Sainte Marguerite

 

8° TAPPA: GRASSE

Imperdibile la cittadina di Grasse, regno indiscusso dei profumi e dei fiori. Non si può visitare Grasse senza andare al Museo dei Profumi. Vi consigliamo poi di continuare la visita con il Museo d’Arte Fragonard ed il Museo della Moda Provenzale. Questi tre luoghi si trovano a meno di 50 metri l’uno dall’altro e vi offriranno un’ottima introduzione alla città di Grasse. Terminate la vostra visita con il centro storico ed i suoi numerosi ristoranti, caffè e negozi.

Il centro storico, colorato ed affascinante è stato nominato Città d’Arte e di Storia. Perdetevi nei suoi vicoli stretti, fermatevi per un drink e godetevi l’ombra in una delle sue numerose terrazze ed assaporate l’atmosfera di una cittadina del sud.

Da visitare anche il Municipio (Hotel de Ville), la cattedrale cattolica romana con i suoi numerosi dipinti, tra cui alcuni di Rubens, e la piazza della città, bella e rilassante, che prende il nome di Piazza del 24 Agosto.esimo (Place du 24 Aout) con vista sul mare.

Grasse - Cosa Vedere nella Città Capitale del Profumo

 

9° TAPPA: FREJUS

Le gole di Georges du Verdon sono tra le più imponenti e spettacolari d’Europa, protette dal 1997 con la creazione del Parc Naturel Regional e meritano davvero una visita. La penultima tappa del percorso tocca la cittadina di Frèjus, dove fare un salto nella storia: era infatti una colonia romana e mantiene ancora oggi un anfiteatro e altri reperti romani. Qua c’è la più grande spiaggia sabbiosa della Costa Azzurra, accompagnata da locali, bar e ristoranti.

 

10° TAPPA: HYERES LES PALMES

Si conclude a Hyeres les Palmes l’itinerario in camper per la Costa Azzurra: la città medievale ci farà viaggiare per altre epoche. Se viaggiamo nel mese di agosto potremo godere delle molte spiagge nei dintorni.


Gallery

Il tratto di costa che da Mentone arriva a Cannes è uno dei più famosi d’Europa. Spiagge assolate affacciate su uno splendido mare turchese, limpido e cristallino, un’impervia montagna alle spalle della riviera, in cui si annidano pittoreschi villaggi abbarbicati alla roccia scoscesa.

Info

We and selected third parties use cookies or similar technologies for technical purposes and, with your consent, for other purposes as specified in the cookie policy. You can consent to the use of such technologies by using the "I agree" button. If you press the "I disagree" button you continue without accepting.