CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA

viaggia in camper con noi!

Un viaggio solo per i veri amanti dei viaggi! Cinque paesi completamente diversi tra loro , venite a scoprirli con noi!

In questo tour viaggeremo on the road in camper toccando ben cinque paesi diversi, cinque culture e paesaggistiche diverse: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA.

 

PRIMA TAPPA: MONTREUX, SVIZZERA

Conosciamo meglio la città:

La  cittadina svizzera, affacciata sulla parte meridionale del Lago di Lemano (o Ginevra).

Sarà la posizione privilegiata, visto che è incastonata tra il lago e le imponenti Alpi francesi che lo circondano, sarà il clima mite, sarà che in Svizzera passano più tempo in banca che al bar, fatto sta che qui, quasi per via di un mistico effetto, si ha proprio la sensazione di staccare da tutto e da tutti.

#FUNFUCT  Non a caso Montreux è stata in passato la meta prediletta di innumerevoli personaggi illustri tra cui Charlie Chaplin, la principessa Sissi, gli scrittori Nabokov e Ernest Hemingway ( che in una pensioncina a pochi km da Montreux scrisse alcuni capitoli del suo Addio all armi) e il celeberrimo Freddie Mercury, che qui trascorse il periodo precedente la sua scomparsa (dal febbraio 1990 al novembre 1991).

La parte alta di Montreux è un intreccio di viuzze costellate da casette tipiche colorate e piccoli ristoranti in netto contrasto con gli edifici moderni e stile liberty che sorgono sul lungolago. Risalite la collina fino ad arrivare al campanile della vecchia chiesa se volete godere di una splendida vista sulla cittadina e sul lago.

 

Cosa vedere?

  • IL LUNGOLAGO DI MONTREUX

La Promenadeche inizia poco prima del casinò, costeggia numerosi edifici in stile Belle epoque e vari hotel di lusso, oltre che essere piacevolmente intervallata da creazioni artistiche che richiamano i due punti forti di Montreux: la musica (ricordo che la città è la sede di uno dei più famosi festival jazz al mondo) e il vino, visto che la zona si contraddistingue anche per un’eccellente produzione vitivinicola.

Vi consiglio di fare la passeggiata al tramonto quando i colori del cielo che riflettono sull’acqua del lago regalano un panorama mozzafiato. Le varie composizioni floreali, inoltre, disposte su tutto il lungolago, impreziosiscono ancor di più la riviera.

Lungo la promenade, di fronte alle acque del lago, sorge anche il memoriale a Freddie Mercury, ossia un’imponente statua di bronzo che svetta sul lungolago dal 1996, per omaggiare colui che affermò :”Se cercate la pace dell’anima, venite a Montreux“.

  • CHATEAU DE CHILLON

Situato a Veytaux, nei pressi di Montreux, il castello di Chillon troneggia su un isolotto roccioso dal secolo XII e sembra quasi galleggiare sul lago Lemano. Si tratta del monumento storico più visitato in Svizzera e ospita regolarmente mostre ed eventi culturali. All’interno del castello ci sono alcuni plastici che ne mostrano le fasi di costruzione: da quando era un isolotto roccioso all’aspetto che ha attualmente.

l’imponente fortezza del castello di Chillon è contornata da uno scenario stupendo. Perciò, non stupisce affatto che da secoli questo ambiente romantico sia la musa ispiratrice di molti artisti.

#FUNFUCT  Fu reso celebre da Jean-Jacques Rousseau che vi ambientò il suo romanzo «Giulia o la nuova Eloisa» durante il secolo XVIII, ma il castello esercitò il suo fascino anche sul poeta Lord Byron, che s’ispirò a una storia vera per il suo più celebre poema «Il prigioniero di Chillon».

Il Castello è visitabile comprando i biglietti presso il sito https://www.chillon.ch/de/ticketshop/

 

AREE SOSTA CAMPER MONTREUX

Camping des Horizons Bleus: Rue du Quai 11, 1844 Villeneuve, Svizzera

Camping les Grangettes: Rte des Grangettes 31, 1845 Noville, Svizzera

CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA

SECONDA TAPPA: BERNA, SVIZZERA

L’affascinante capitale della Svizzera. Questa incantevole città medievale perfettamente conservata, accolta dall’UNESCO tra i siti Patrimonio dell’Umanità, è una tappa obbligata per chi desidera trascorrere una giornata fiabesca, aggirandosi tra edifici in pietra arenaria, storiche torri, magnifiche fontane ornate da sculture rinascimentali, vicoli caratteristici e ben sei chilometri di portici.

Conosciamo meglio la città:

La parte vecchia, la più bella di questa raffinata città, incanta migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo; qui ci si perde  tra gli affascinanti e lunghi portici delle sue strade, tra le eleganti e numerose fontane che la arredano, vere opere d’arte, nella magia che regala ogni ora la torre dell’orologio con il suo spettacolo. Per non parlare, poi, del meraviglioso Duomo tardo gotico, del Palazzo Federale, o della casa di Einstein.

#FUNFUCT  Il grande scienziato Albert Einstein abitava sulla Kramgasse, il tratto centrale della città vecchia, dove si incontrano, tra l’altro, celebri fontane tra cui ZahringerBrunnen raffigurante l’orso con armatura e vessillo, simbolo di Berna. L’appartamento è diventato oggi un piccolo museo, Einsteinhaus e la sua apertura al pubblico offre al visitatore la possibilità di ammirare vecchie fotografie, appunti e diversi documenti che ricostruiscono parte della vita dello scienziato.

 

Cosa vedere?

Girando per la città vecchia prima o poi ci si ritrova, dopo Spitalgasse, su uno dei tratti più belli della via centrale: Marktgasse, dove si eleva la famosa TORRE DELL’OROLOGIO, eretta nel 1191-20, la quale rappresentava la porta principale per l’accesso in città.

Oggi, il suo orologio astronomico attira visitatori da tutto il mondo per lo spettacolo che regala allo scoccare di ogni ora: orsi, giullari e altre figure meccaniche che prendono vita in una suggestiva danza.

All’interno della torre, invece, il tempo sembra essersi fermato, tra travi il legno, spesse mura in pietra e il silenzio che circonda questo luogo, sembra davvero di compiere un viaggio nel passato. I più curiosi, quindi, non devono assolutamente perdere una visita all’interno dell’edificio per scoprire cosa c’è dietro le lancette e curiosare la meccanica medievale dell’orologio.

 

Per gli amanti dell’arte consigliamo:

  • KUNSTMUSEUM – MUSEO D’ARTE DI BERNA

Kunstmuseum, fondato nel 1809, è un’istituzione di fama mondiale che possiede più di 50.000 opere di importanti artisti svizzeri ed europei, coprendo un periodo artistico di oltre 8 secoli.

Al pianterreno si incontra una pregevole raccolta di artisti italiani, tra cui Duccio di Buoninsegna, Beato Angelico, Taddeo Gaddi con capolavori di pittura del duecento fino al quattrocento. Un’intera area viene dedicata agli impressionisti e post impressionisti francesi, e qui si gode delle opere di Van Gogh, Manet, Cézanne.

Per i costi del biglietto consigliamo di fare riferimento al sito ufficiale del museo
https://www.kunstmuseumbern.ch/en/visit_0/hours-admission-37.html

 

AREE SOSTA CAMPER BERNA

TCS Camping Bern – Eymatt: Wohlenstrasse 62C, 3032 Bern, Svizzera

CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA

PROSEGUIAMO IL NOSTRO VIAGGIO!
TERZA TAPPA: STRASBURGO, FRANCIA

 

Cosa sappiamo di questa città Capitale Europea?

Un po’ Francia e un po’ Germania, Strasburgo in Alsazia è da sempre un crocevia della storia europea. Oggi la doppia identità franco-tedesca che l’ha dilaniata per secoli rende Strasburgo una città affascinante e cosmopolita, dove nell’architettura, l’organizzazione sociale, l’arte e la gastronomia convive il meglio delle due nazionalità.

Cosa visitare?

  • CATTEDRALE DI NOTRE DAME

La visita di Strasburgo non può che partire dalla Cattedrale di Notre Dame, una delle più alte espressioni del gotico in Europa.

Dai 142 metri di altezza della guglia si gode uno spettacolo straordinario sulla Grande-Ile e su tutta Strasburgo. Il portale della facciata è considerato la più grande Bibbia del Medioevo per la straordinaria forza narrativa e simbolica. Sopra il portone sono scolpiti episodi della Vità di Gesù, negli archivolti alcuni episodi di vita sacra, ancora più in alto troneggiano le figure di Re Salomone con 14 leoni poi della Vergine col Bambino.

Piazza della Cattedrale è il crocevia del centro storico di Strasburgo su cui si affacciano alcuni degli edifici più importanti della città.

  • PETITE-FRANCE

La Petite-France è il quartiere più pittoresco e più romantico di Strasburgo. Tra i canali e le case a graticcio, si ha l’impressione di muoversi in un paesaggio da cartolina, per molti secoli fu il quartiere dove vivevano mugnai, conciatori e pescatori. Le case sono rimaste quelle del 1500, con i tetti spioventi, i balconcini con i gerani, le finestre a filo d’acqua.

ll fascino della Petite France, oltre ai suoi canali, alle stradine e alle fioriture, nasce da un complesso conservato bene di case a intelaiatura di legno. Vi si vedono particolarmente alcuni begli esempi di case di conciatori, riconoscibili dal tetto aperto destinato all’asciugatura delle pelli.

CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA

IN MARCIA!    
QUARTA TAPPA: BRUXELLES, BELGIO

Bruxelles, la capitale del Belgio, è sicuramente una delle città più cosmopolite del mondo e, forte dei suoi oltre 1.000 anni di storia, oggi è una città dove tante culture si mescolano, dando vita ad una società veramente unica.

Cosa vedere?

  • GRAND PLACE

La Grand Place di Bruxelles è considerata una delle più belle piazze del mondo, a pieno diritto nella lista dei luoghi Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Ogni visita a Bruxelles dovrebbe iniziare da qui, al mattino quando c’è il mercato dei fiori o di sera, con le luci gialle che creano atmosfera.

#FUNFUCT  Tutto intorno alla Piazza ci sono le Case delle corporazioni, che raccontano la storia dei mestieri che si sono succeduti in piazza e nell’intera città: girando nella piazza in senso orario si incontrano la Casa dei commercianti, la Casa dei Bouchers, quella dei Brassers (birrai, con annesso museo), la Casa dei Duchi di Brabant, la Casa dei sarti e quella dei pittori, dove Victor Hugo visse nel 1852.

  • MUSEO DELLE BELLE ARTI DI BRUXELLES

I Musei reali di Belle Arti del Belgio sono la più importante esposizione d’arte di tutta la nazione: le due sedi di Bruxelles ospitano più di 1000 dipinti, sculture e disegni. Si parte dai Primitivi fiamminghi con Rogier van der Weyden, Petrus Christus, Dirk Bouts, Hans Memling e Bosch e si raggiunge l’apice con la sala dedicata Bruegel. Dal Neoclassicismo di Jacques-Louis David (Assassinio di Marat) al Romanticismo di Delacroix, passando per il primo Van Gogh, un inedito e cupo Gauguin fino a De Chirico. Dal giugno 2009 il bel complesso museale si è arricchito di un quinto museo, ovvero il Museo Magritte, interamente dedicato all’autore delle pipe e delle bombette volanti.

  • QUARTIERE DU SABLON

La Place du Sablon, un tempo fuori dalle mura cittadine, prende il nome dalla sabbia gialla che si trova nei dintorni di Bruxelles.

Oggi il quartiere è uno dei più eleganti della capitale belga, punto di passaggio obbligato dei turisti per tre motivi: il primo è la cattedrale di Notre Dame du Sablon, capolavoro gotico, il secondo è Wittamer, la più antica pasticceria di Bruxelles famosissima per le gauffres; il terzo motivo è zuccheroso come il secondo: è Marcolini che con la sua Maison du Chocolat ha portato le praline di Bruxelles negli angoli più remoti del pianeta.

CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA

QUINTA TAPPA: BRUGES, BELGIO

Cosa sappiamo di questa città?

Bruges, in Belgio, è una cittadina incantevole che ha saputo conservare l’aspetto medioevale con le case in mattoni, i campanili, i vecchi ponti. A pochi minuti di treno da Bruxelles, a Bruges l’atmosfera è quella di altri tempi: e basta passeggiare tra le stradine di ciottolato o fare un giro in battello lungo i canali per accorgersene.

Impossibile restare indifferenti al fascino sottile di Bruges: tanti angoli suggestivi e scorci da cartolina ma anche tante attrazioni, tesori artistici ed edifici monumentali che fanno della bella città fiamminga un vero e proprio museo all’aperto. Splendido il centro storico dichiarato dall’Unesco Patrimonio Mondiale, che si sviluppa intorno ai due nuclei medioevali, il Burg e il Markt, dove si trovano affascinanti botteghe di pizzi e merletti, preziose raccolte d’arte e l’emblematico e romantico Lago d’Amore.

Cosa vedere?

  • MARKT DI BRUGES

Il Grote Markt, o Piazza del Mercato, era il centro commerciale di Bruges in epoca medioevale. Oggi è il cuore della città ed uno dei punti di maggior interesse turistico. Il Markt è fiancheggiato da caratteristiche case dalle guglie appuntite.

Trecentosessantasei scalini di una ripida scala consentono di giungere in cima al campanile contenente un impressionante meccanismo di orologeria, un carillon con 47 campane azionato manualmente, e dal quale si gode una splendida vista sulla città e i dintorni.

  • BURG DI BRUGES: E’ una delle piazze principali dei Bruges. Un tempo qui sorgeva il castello fortificato (burg) costruito per proteggere il centro abitato dagli attacchi dei Vichinghi.
  • LAGO MINNEWATER

Uno dei posti più caratteristici e popolari di Bruges è il Minnewater, il lago nei pressi del Begijnhof circondato da un bellissimo parco e attraversato da un suggestivo ponte del 1720 che regala una vista spettacolare sulle torri e i tetti a punta di Bruges.

  • CHIESA DI NOSTRA SIGNORA – detta anche CHIESA DI MICHELANGELO

Ciò che rende famosa la chiesa è la ricca collezione di tesori d’arte custoditi al suo interno. Primo fra tutti, la Madonna di Bruges” di Michelangelo, scultura in marmo di Carrara di straordinaria bellezza. (Unica opera di Michelangelo nei Paesi Bassi)

CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA

 

SESTA TAPPA: AMSTERDAM, PAESI BASSI

Conosciuta come la Venezia del Nord, il centro di Amsterdam è assolutamente affascinante, grazie ai suoi bellissimi edifici della tradizionale architettura olandese, ai pittoreschi canali e ai piccoli vicoli nascosti dove scovare boutique alla moda, eccezionali musei e imperdibili Bruin Cafè.

Molto bello e vivace il Nieuwmarkt, un quartiere ricco di locali dove si trovano anche la Casa Museo di Rembrandt, la Sinagoga portoghese e il famoso mercatino delle pulci di Waterlooplein. Una delle zone più belle di Amsterdam è la Cintura dei Grandi canali. In questo quartiere romantico case antiche e negozietti sfiziosi si susseguono lungo i corsi d’acqua. Qui si trova anche il Museo di Anna Frank.

Il cuore di Amsterdam è quindi il Centro Medievale, il quartiere più antico della città nonché il più turistico, dove si respira ancora l’atmosfera del Secolo d’Oro. Vi consigliamo di vederla passeggiando per le sue vie oppure di prenotare un giro in barca per guardare questa città sotto ogni luce!

I famosi canali della città, dichiarati dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’Umanità, furono progettati per contenere le acque del fiume Amstel. Per esplorare al meglio la rete dei canali di Amsterdam, non si può non prendere parte ad una gita in barca. Navigando fra i canali, si potrà osservare meglio quella che è la tradizionale architettura olandese.

Cosa visitare?

  • MUSEO DI VAN GOGH

Tra favolose ville neo-gotiche, sorge un edificio che s’impone con la sua brutale semplicità, è il Museo che Amsterdam ha dedicato a Van Gogh: inaugurato nel 1973, contiene una vasta collezione delle opere dell’artista. In nessun altro posto al mondo avrete la possibilità di visitare una così ricca collezione di opere. Disegni, dipinti e lettere offrono al visitatore l’opportunità di conoscere più a fondo la personalità di questo folle genio dell’arte.

  • CASA DI ANNE FRANK

L’attrazione turistica più visitata di Amsterdam è la casa di Anna Frank, una a casa-museo che si trova lungo il canale Prinsengracht. Si tratta della casa dove Anna Frank e la sua famiglia si nascosero durante la Seconda Guerra Mondiale per sfuggire ai nazisti. Dal 1947 la Casa di Anna Frank è considerata un memoriale dell’Olocausto, e l’edificio è stato trasformato in un museo nel 1960. Oggi i visitatori possono vedere le stanze dove visse Anna, oltre a ripercorrere le tappe della sua breve vita.

CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA

La nostra meta finale: la DANIMARCA

Un Paese magico e affascinante, fatto d’acqua: la Danimarca occupa la penisola dello Jutland, ma racchiude anche un arcipelago di 400 isole. È ricordata per la Sirenetta, ma altri la collegano al posto dove i cittadini sono più felici al mondo. Ci sono ristoranti stellati, spiagge scolpite dal vento, scorci memorabilicastelli, laghi, ma anche buona birra, piste ciclabili a ripetizione e una storia affascinante grazie alle tradizioni vichinghe.

SETTIMA TAPPA: RIBE, DANIMARCA

Ribe è la città più antica della Danimarca. Situata nella penisola dello Jutland, Ribe è stata fondata nel 700 come mercato vichingo e il suo municipio è il più antico del paese.

Con un centro pedonale pulito e floreale, Odense è una città costruita a misura di favola. Le sue casette, piccole e colorate, rievocano ricordi fanciulleschi e smaliziati.

Cosa vedere?

Potete esplorare la sua eredità vichinga e i dintorni della città: nelle vicinanze si trova il tesoro ecologico Wadden Sea National Park.

  • CENTRO STORICO

Il fulcro di molte attrazioni è il centro storico di Ribe. Questa è una zona imperdibile della città in quanto ospita ben 100 edifici dichiarati monumenti nazionali, tutti meritevoli di una visita.

  • CATTEDRALE DI RIBE

Uno dei più antichi edifici della Danimarca e di Ribe è invece la cattedrale, sede della diocesi di Ribe. La chiesa è dedicata alla Vergine Maria ed è l’unica cattedrale a 5 navate del paese. Se lo desiderate, potrete visitare anche una delle sue tre torri, la torre della gente comune, alta ben 52 metri.

CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA

OTTAVA TAPPA: SKAGEN, DANIMARCA

Skagen è una cittadina ricca di arte e di cultura posta all’estremo nord dell’isola di Vendyssel-Thy, abbina la tranquilla vivacità scandinava al totale relax delle sue spiagge sabbiose e dalla natura indomita del Nord Europa. 

Skagen abbina la tranquilla vivacità scandinava al totale relax delle sue spiagge sabbiose e dalla natura indomita del Nord Europa.

Le atmosfere della cittadina e la sua luce diafana, quasi irreale, hanno ispirato scultori e pittori scandinavi che qui hanno prodotto le loro migliori opera.

Cosa vedere?

Il centro storico è di ineguagliabile bellezza, con edifici variopinti e storici che si mescolano egregiamente con le estese piazze e con i viali. La città si mostra al suo meglio durante il crepuscolo o il tramonto, quando i caldi colori del sole illuminano la città, dandole un’atmosfera quasi surreale.

  • RISERVA NATURALE DEL GRENEN

Il Grenen è una delle riserve naturali da non perdere durante una visita a Skagen. Questo è il punto più a nord della penisola dello Jutland e dell’intera Danimarca, dove i due bracci di mare che separano la Danimarca dal resto della Scandinavia si incontrano.

#FUNFUCT A Grenen accade un fenomeno naturale che ha dell’incredibile: il mare del Nord (Skagarrak) e il Mar Baltico (Kattegat) si incontrano senza mescolarsi mai. Come è possibile? Questo è dovuto alla diversa densità dei due mari e al moto ondoso differente; il risultato è una barriera immaginaria caratterizzata da differenti tonalità di blu. A causa delle forti correnti la balneazione è vietata, potrete osservare il curioso fenomeno rimandendo vicini alla riva. Le maree e le forti correnti inoltre modificano in continuazione il paesaggio e la conformazione della punta di sabbia di Grenen.

  • DEN TILSANDEDE KIRKE – LA CHIESA NELLA SABBIA 

Quando arriviamo nelle sue vicinanze vediamo la Den Tilsandede Kirke emergere letteralmente dalla sabbia e non capiamo dove sia il suo inizio e dove termini invece la sabbia.

#FUNFUCT  Questa chiesa, dedicata a San Laurenzio, risale alla fine del XIV secolo, quando rappresentava addirittura la chiesa più grande di tutta la zona. A causa del movimento delle dune di sabbia la chiesa cominciò nel XVII secolo ad insabbiarsi e i fedeli che volevano entrarvi erano spesso costretti a scavare nella sabbia per poter accedere. La situazione non andava migliorando, tanto che viste le situazioni critiche, la Den Tilsandede Kirke venne chiusa nel 1795.

CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA

Non troppo lontano da qui troviamo:

RABJERG MILE – le dune mobili della Danimarca

Il Råbjerg Mile è il più grande insieme di dune di sabbia di tutta la Danimarca e solo quando ne avevo sentito parlare ho pensato fosse qualcosa di straordinario: le colline raggiungono un’altezza di circa quaranta metri e grazie allo soffiare continuo del vento, si spostano di circa quindici metri ogni anno, lasciandosi alle spalle uno strato umido di sabbia. Queste dune si sono formate lungo la costa occidentale di questo lembo di terra durante un grande spostamento di sabbia avvenuto nel corso del XVI secolo e sono state lasciate a loro stesse, libere di muoversi.

CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA

 

NONA TAPPA: COPENHAGEN, DANIMARCA

Cambiamo totalmente scenario e ci dirigiamo verso la Capitale della Danimarca, Copenhagen.

Copenaghen è una città ricca di sorprese e di contraddizioni: innovazione e tradizione, design ultra moderno e palazzi antichi, atmosfere tranquille e serate mondane, tutto nella stessa metropoli. Passeggiando per le strade di Copenaghen scoprirete i suoi edifici storici, le sue strade antiche, i suoi meravigliosi musei e gallerie d’arte, gli splendidi giardini di Tivoli e la residenza monarchica più antica del mondo.

Cosa vedere?

  • LA SIRENETTA DI COPENHAGEN

La Sirenetta di Copenaghen appare piuttosto annoiata nonostante le numerose visite che riceve ogni giorno,anzi gira la faccia verso il mare, come a voler esprimere una profonda nostalgia verso la sua dimora naturale.

#FUNFUCT  L’autore danese Hans Christian Andersen scrisse la favola La Sirenetta nel 1837. Nel 1909, Carl Jacobs (mecenate e proprietario della birra Carlsberg), profondamente colpito dalla tragica storia d’amore rappresentata nel balletto “La Sirenetta”, commissionò allo scultore Eriksen una statua della sirenetta per abbellire il porto della città.

  • PALAZZO REALE DI AMALIENBORG

Il Palazzo Reale di Amalienborg è la residenza invernale della regina ed è anche la sede del famoso balcone, che avrete sicuramente visto in qualche telegiornale o su qualche rivista, dal quale la famiglia reale saluta la gente in strada.

#FUNFUCT  Quando Sua Maestà la Regina si trova “in casa” (Palazzo Schack), la sua presenza viene segnalata dalla Dannebrog (bandiera) e dal tamburo lasciato dopo il cerimoniale del cambio della guardia.

Il pubblico può visitare due dei quattro palazzi, e precisamente: una parte del Palazzo Levetzau, organizzato come un piccolo museo, che consente di ammirare alcuni degli appartamenti privati con i loro arredi originali e le collezioni di gioielli, porcellane, vetri e argenti della famiglia reale; Palazzo Moltke, utilizzato per accogliere e intrattenere ospiti e rappresentanti ufficiali, in occasione per lo più, di ricevimenti e banchetti.

  • PARCO TIVOLI

Tivoli è il più antico parco di divertimenti del mondo, dove storia e tradizione si intrecciano costantemente. Quando sarete nei Giardini di Tivoli e vederete i fuochi d’artificio, sentirete il profumo dei fiori e le note della musica rock, vorrà dire che a Copenaghen è proprio arrivata l’estate!

  • CASTELLO DI KRONBORG

Il meraviglioso Castello di Kronborg a Elsinore, a 10 minuti di treno da Copenaghen, è uno dei più importanti castelli rinascimentali del Nord Europa. Conosciuto in tutto il mondo per l’Amleto di Shakespeare, questo castello ogni anno è visitato da circa 200.000 persone, tra danesi e turisti provenienti da ogni parte del mondo.

  • TORRE CIRCOLARE DI COOPENHAGEN

La Torre Circolare di Copenaghen, o Round Tower, è il più antico osservatorio funzionante in Europa: da qui le stelle sono state guardate e studiate sin dal 1642.

Attualmente la torre circolare è ancora molto frequentata da astrofili e turisti curiosi: pensate che l’osservatorio è circondato da una piattaforma esterna da cui si ha una magnifica vista della parte vecchia di Copenaghen. Dovrete farne di strada a piedi per arrivare fino alla piattaforma ma vi assicuriamo che ne vale la pena! L’osservatorio pubblico così come lo vedete ora è stato costruito nel 1929 e da qui è possibile vedere i movimenti dei corpi celesti attraverso il telescopio.

CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA CINQUE PAESI: SVIZZERA, FRANCIA, BELGIO, PAESI BASSI, DANIMARCA


Galleria

Un viaggio solo per i veri amanti dei viaggi! Cinque paesi completamente diversi tra loro , venite a scoprirli con noi!

Informazioni

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella cookie policy. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie utilizzando il pulsante "Accetta". Se premi il pulsante "Rifiuta" continui senza accettare.